Gentili clienti, non commercializziamo prodotti su Amazon, ebay o altre piattaforme e-commerce diverse dal nostro sito. Per informazioni sulle transazioni, spedizioni o altro vi preghiamo di rivolgervi ai relativi rivenditori.

ERBE - TÈ - TISANE

Prodotti visti

Nuovi prodotti

Nuovo Echinacea Purpurea radice

Echinacea Purpurea radice

5658
8034115515427

Costituenti Principali: Olio essenziale mediamente 0,2-2% leggermente più elevata fino al 3,5-4%...

Maggiori dettagli

3,80 €

Dettagli

Echinacea purpurea - radice 50 g

Nome Comune: Echinacea

Nome Botanico: Echinacea purpurea

Famiglia: Asteraceae

Parte utilizzata: radice

 

Costituenti Principali: Olio essenziale mediamente 0,2-2% leggermente più elevata fino al 3,5-4% se la radice viene raccolta tra aprile e maggio; acido caffeico e derivati: acido clorogenico, echinacoside 0,3-1,3%, verbascoside, acido cicorico in tracce, acido isoclorogenico; cinarina; isobutilamidi: echinaceina; polisaccaridi: inulina, polisaccaridi ad alto peso molecolare, arabinogalattani, fruttani, xiloglucani; flavonoidi: luteolina, chempferolo, quercetina, rutina; poliacetileni; alcaloidi: pirrolizidinici, betaine, tussilagine e isotussilagine in tracce; triterpeni; fitosteroli, resine, acidi grassi: acido palmitico, oleico, linoleico, cerotico; sali minerali.

Modalità di preparazione: Versare in un recipiente 250 ml circa di acqua e un cucchiaino di Echinacea. Portare a ebollizione e bollire per 10 minuti. Spegnere e lasciare in infusione per 10 minuti (mescolando di tanto in tanto), filtrare, dolcificare a piacere.

Modalità d'uso: Da 1 a 3 tazze al giorno preferibilmente lontano dai pasti.



Bibliografia:
Piante officinali per infusi e tisane, Manuale per Farmacisti e Medici, OEMF spa, Milano, 1993. - Proprietà farmacologiche del fitocomplesso di Echinacea - Il grande atlante delle piante medicinali, Celoni, Bocchietto, Todeschi, 2006 Tecniche nuove..

Le nostre erbe sono confezionate in atmosfera protettiva o in sottovuoto per preservare dall'ossidazione i principi attivi naturalmente contenuti nella pianta. Generalmente preferiamo il confezionamento in atmosfera protettiva (anche se più oneroso), rispetto al sottovuoto, principalmente perchè quest'ultimo risulta molto aggressivo sulle piante più delicate.

Prodotti Correlati